Posizionamento Nei Motori Di Ricerca 3/5: Titolo e Semantica

attenzione: Questa guida è stata scritta parecchi anni fa, ed ora è un po' obsoleta. Se ti va di approfondire i temi di posizionamento nei motori di ricerca, marketing e promozione web, ti consiglio di visitare il mio nuovo sito posizionamentomotoridiricerca.com.



Nei primi due capitoli di questa guida al posizionamento nei motori di ricerca ti ho spiegato quali sono i parametri da tenere in considerazione per raggiungere buoni risultati nei motori di ricerca, soffermandomi nella seconda parte sul l'importanza del meta tag description. Ora ti parlerò di altri due fattori che sono davvero importanti  e a cui dovresti dedicare particolare attezione. Sto parlando del meta tag title e del primo paragafo posizionato nel testo della tua pagina web.

Di seguito quello che devi fare.

Titolo e Meta Tag Title

Scegliere un titolo coerente per la tua pagina è la cosa migliore che tu possa fare: non solo aiuterà il motore di ricerca a comprendere meglio di cosa stai parlando, ma servirà soprattuto a chi ti legge per identificare subito l'argomento della pagina o dell'articolo.

Esiste un meta tag, nel codice HTML della pagina, che si chiama title e identifica infatti il Titolo della Pagina.

Devi avere cura di modificare questo meta tag con un titolo coerente e strettamente legato al contenuto: sembra semplice, ma ti prego di soffermarti un attimo a riflettere su alcune domande.

Rispondere a queste tre domande correttamente  è uno dei passi fondamentali per ottenere un buon posizionamento nei motori di ricerca e per creare una pagina che sia facilmente comprensibile da chi naviga nel web:

  1. Potresti riassumere, in 3-4 parole, l'argomento della tua pagina web?
  2. È meglio scrivere un titolo di grande impatto, che attiri l'attenzione, secondo te?
  3. Sei in grado di dirmi se le parole che hai usato saranno poi effettivamente ricercate nei motori di ricerca?

Vediamo come rispondere:

1) Se non riesci a riassumere in 3-4 parole il contenuto della tua singola pagina, allora stai parlando di troppe cose contemporaneamente e, probabilmente, poco coerenti. Se invece è chiaro qual è l'argomento della pagina allora segna subito queste 3-4 parole, saranno utili per il tuo titolo. Tra poco ti spiego come.

2) Pensa cosa succederebbe se tu scrivessi un titolo di grande impatto, tipo quelli dei giornali "incredibile servizio che ti permette di essere primo in google". Forte eh? Assolutamente no! No! Non lo devi fare! Il titolo è di grande valore per il motore di ricerca! Secondo te quante persone cercherebbero mai "incredibile servizio che..." ecc ecc? Probabilmente nessuna. Ecco perché dovresti optare invece per una soluzione che inserisca nel titolo subito quelle 3-4 parole che ti ho fatto recuperare al punto 1.

3) Supponi che la tua pagina parli dell'ultimo modello di canne da pesca. Probabilmente potresti scegliere come titolo dell'articolo "ultimo modello di canna da pesca". È coerente certo, ma affinalo meglio: se l'articolo che scrivi oggi verrà letto tra 4 mesi, ad esempio, dire che parli dell'ultimo modello non ha senso, perché sarebbe già superato.

Allora potresti scegliere "Canne da pesca: modelli ottobre 2009".

Già molto meglio non ti sembra? Manca ancora un piccolo dettaglio però: le persone cercano davvero "canne da pesca modelli 2009?". Per scoprirlo ti viene in aiuto il motore di ricerca più famoso del mondo: Google.

Di seguito tutti i dettagli:




Come scegliere un titolo efficace e che sia ricercato dagli utenti

Esiste un tool di Google, chiamato Strumento per le Parole Chiave

Vai subito a vederlo, che ti spiego come funziona. Inserisci nell'area di testo il tuo titolo, e vedi un po' i suggerimenti che ti da google: li puoi ordinare anche per numero di ricerche mensili.

Questo potrebbe darti suggerimenti importanti su come affinare il titolo: potresti scrivere "canna da pesca" al posto di "canne da pesca" per esempio, perché magari tutti ricercano al plurale. Questo migliorerà l'esperienza dell'utente e anche il tuo posizionamento sui motori di ricerca.

Fai attenzione: questo non significa che mi devi cambiare il titolo del tuo articolo perché altri cercano tutt'altra cosa.

Rimani coerente con quello che hai scritto e affina il titolo in modo da utilizzare un titolo che sia riconosciuto e ricercato. Questa è la tua strategia vincente.


Semantica

Cosa vuol dire semantica? Devo mettermi a studiare il significato delle parole? No no, non sono impazzito non temere.

Voglio parlarti di semantica di una pagina web. La semantica è un argomento complesso, ma per il nostro fine, che è quello di lavorare al posizionamento nei motori di ricerca, ti basteranno sapere alcune regole.

Piccole regole di semantica per il posizionamento nei motori di ricerca:

  1. Il meta tag H1 è usato, generalmente, per il titolo della pagina o di tutto il sito internet.
  2. Il meta tag H2 è usato, generalmente, per il titolo della pagina se hai usato l'H1 per il titolo dell'intero sito, altrimenti devi considerarlo un sottotitolo.
  3. Il testo va inserito tra paragrafi (tag html

    )

Vediamo un esempio di una pagina che ha una semantica corretta:





questo è un H2


inserisci qui il testo, questo è un


Non è poi così complicato vero? Si tratta, nel codice HTML della pagina che c'è dopo il tag , di andare ad avere l'accortezza di inserire un'apertura e una chiusura.

Ecco un esempio: il testo più grande è un H2, quello in corsivo è un p

Come salire nei motori di ricerca: i miei consigli

Questa è una guida per comprendere il posizionamento nei motori di ricerca...


Tutto chiaro? Ecco un altro bel consiglio, te lo scrivo bello in chiaro perché è importante:

Il tag h2 e il tag title devono essere uguali. Devono avere lo stesso testo.

Questa è corenza, questa è e semantica.


Il Primo Paragrafo di Testo

Voglio ora chiudere questa terza parte della mia guida parlandoti del primo paragrafo di testo che scrivi all'interno della tua pagina. Tieni sempre a mente la parola coerenza.

In quel primo paragrafo tu mi devi scrivere un testo che, in poche righe, mi vada a spiegare di cosa parla la tua pagina web.

Questo sarà utile per l'utente che ti legge, perché capirà subito di cosa stai parlando e, indovina un po'? Anche i motori di ricerca lo capiranno facilmente.


Hai notato che tutte le migliorie per il posizionamento sono anche migliorie per l'utente che ti legge? È in quest'ottica che devi lavorare quando crei dei contenuti.

Domandati sempre:

  • Leggendo il titolo si capisce subito di cosa voglio parlare?
  • Leggendo il primo paragrafo della mia pagina, ho introdotto correttamente l'argomento di cui parlo nei paragrafi successivi?

Se la risposta è sì ad entrambe queste domande sei sulla strada giusta per un buon posizionamento e per la creazione di contenuti chiari e comprensibili.

Nella quarta parte di questa guida SEO ti parlerò dell'importanza dei link.


Guida completa al posizionamento


Tags: ,

5 Commenti

Renzo
11.22.09

Attenzione al testo del link in fondo perché c’è un errore:

SEO Guida al posizionamento parte 2: meta tag description e kyeword

Ryuichi
11.22.09

Corretto! Grazie Renzo, gentilissimo!

Monica
11.22.09

Complimenti per l’articolo e per il sito in generale!ci sono due-tre cose che non avevo letto da nessun altra parte…Grazie per averle condivise!:)

Alessandro
11.22.09

Ciao, molto semplice nella spiegazione e per la chiarezza dell’esposizione anche per un neofita del campo, come me.
Molto buono il contenuto e ottima la scelta di condividere con tutti gli altri, invece di attestarsi a mò di esperto che custodisce chissà quali segreti.
Grazie.

federica
11.22.09

Un po difficile ma tutto sommato il traguardo non lo vedo cosi lontano 🙂

Lasciami un tuo commento

* Nome, Email e Commento sono richiesti


Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK